Shopping e furti online: i consigli di Panda Security su come denunciarli

Il Black Friday rappresenta per gli amanti dello shopping una vera miniera di opportunità, l’occasione di trovare l’oggetto del desiderio ad un prezzo irripetibile. Prolungato prima dalla Black Week e poi dal Cyber Monday, questo momento dell’anno è anche terreno fertile per moltissime truffe online che sfruttano l’euforia generata dalle vantaggiose offerte proposte. Per i consumatori è davvero facile confondersi e non riuscire a riconoscere le offerte “reali”, rischiando non solo di perdere il denaro della transazione ma anche il furto dei dati o l’esposizione fraudolenta degli stessi. Chi è vittima di queste truffe deve segnalarle immediatamente alla Polizia Postale per evitare che “l’offerta” resti online e possa continuare ad attirare altri utenti.

La Polizia Postale – più correttamente la Polizia Postale e delle Comunicazioni – è una delle organizzazioni di tutela dei cittadini più citate negli ultimi anni per il ruolo fondamentale che essa riveste nell’era di Internet. È possibile rivolgersi alla Polizia Postale per sporgere denuncia per tutti i reati relativi a dispositivi o comunicazioni telematiche (a distanza e con mezzi elettronici) o realizzati attraverso di essi.  Rientrano in questi casi i dialer, cioè l’addebito all’utente di servizi a tariffazione speciale accessibili tramite banner o programmi non segnalati in modo comprensibile, le truffe relative sia alle operazioni di vendita che di acquisto tramite piattaforme online, l’intrusione informatica, il phishing e l’utilizzo illecito di carte di credito online.

Panda Security suggerisce alcune semplici operazioni da attuare in caso di attacco informatico prima della segnalazione alla Polizia Postale, per supportare al meglio gli inquirenti durante le indagini:

  • Salvare una copia di messaggi, file e conversazioni relativi al reato che potrebbero consentire di ottenere un risarcimento.
  • Cambiare subito tutte le password dei profili più importanti, nel caso di accessi illegali ad account e furti di dati personali;
  • Bloccare la carta di credito chiamando l’apposito numero della banca

Inoltre Panda Security ha pensato a semplici regole di buona condotta per prevenire attacchi di ogni tipologia durante periodi insidiosi come la black week:

  • Utilizzare password sicure.
  • Installare un software di cybersicurezza potente.
  • Mantenere aggiornato il sistema operativo.
  • Fare attenzione a link e download di phishing.
  • Fare una copia di backup dei tuoi file e dati più importanti, sul cloud o su un hard disk esterno.
  • Utilizzare sempre l’autenticazione a due fattori, quando disponibile.

Le merendine Balconi hanno pastiglie al loro interno? No, aiutaci a fermare la bufala

La bufala come sempre nasce dalla condivisione di una stupida catena che viene rimandata tramite tag e condivisione su Facebook, un messaggio scritto in Italiano corretto che si appoggia alla recente bufala delle merendine provenienti dalla Turchia e infarcite di pastiglie che rappresentavano un ovvio problema di salute per la gente.


Leggi tutto “Le merendine Balconi hanno pastiglie al loro interno? No, aiutaci a fermare la bufala”

Attenzione alle false raccolte fondi

Una delle truffe più odiose che si possono trovare online, perché fanno leva sulla volontà della gente di aiutare qualcuno di bisognoso anche con una piccola cifra, ormai l’onda dei crowdfunding è arrivata anche nelle mani dei truffatori che si stanno adoperando lesti lesti nell’organizzare raccolte fondi online che non andranno mai realmente alla persona bisognosa.

Leggi tutto “Attenzione alle false raccolte fondi”

So che sei un Pedofilo, ecco la nuova email truffa

Ormai come spiegato nei vecchi articoli, dovreste aver imparato che nessun hacker serio che vi vuole ricattare vi comunica notizie e dati su di voi con email che prontamente finiscono in spam, è sicuramente una di queste nuove email truffa è sicuramente quella che recita in oggetto una delle accuse più infamanti e più odiose che si possano additare ad una persona.

Leggi tutto “So che sei un Pedofilo, ecco la nuova email truffa”

Truffa del codice THP897JFD fate attenzione

In queste ore su facebook c’è in circolo l’ennesima truffa del messaggio che recita

Ciao a T·u·t·t·i! 🙂 Qualche giorno fa c’è stata una pubblicità in televisione che ti permettev a di vincere un iPhone X 256GB per soli 1€ rispondendo a 4 domande correttamente! 😀 Ho poi scoperto che non devi far altro che inserire il codice: THP897JFD su Google , cliccare sul primo link nei risultati e leggere questo articolo per saperne di più 🙂 È molto semplice! 😮 Ieri ho ricevuto per posta un pacco che conteneva il nuovo iPhone X! 😀 Meglio sbrigarsi, la promozione è fino a domani! <3

Fate molta attenzione a non visitare e a non cascare in questa ennesima truffa mi raccomando!!

Attenzione al sito trepontishop.online; Non comprate nulla!!

Se siete alla ricerca di prodotti informatici e vi imbattete nel sito trepontishop.online non comprate assolutamente nulla, i truffatori sono si mascherati dietro la partita i.v.a di una attività che esiste realmente ma che non ha niente a che fare con questo giro di truffe.

La stessa società a lanciare l’allarme sulla propria pagina facebook, probabilmente visto i reclami di quelli che hanno comprato affidandosi a questo sito e vedendo la loro partita i.v.a

Allarmante il fatto che una semplice pagina con qualche prodotto possa aver attirato in trappola centinaia di persone, visto i commenti che potete trovare online.

Se avete pagato il nostro consiglio e di sporgere immediatamente denuncia presso la polizia postale e di avvisare amici e parenti di non comprare da questo sito.

Le iene smascherano la banda dei Rolex; Fate attenzione agli assegni circolari

Nel servizio di questa sera la iene Pelazza ha intercettato la famosa banda dei Rolex, che grazie ad una grandissima estrosità riusciva a farsi dare i rolex dai suoi padroni fingendosi interessati all’acquisto tramite assegno circolare.

Assegno circolare per comprare i Rolex

La banda dedita alla truffa dei rolex aveva escogitato un metodo veramente ingegnoso, tramite un complice in qualche banca che forniva i codici dei seriali di assegni circolare realmente emessi, inserendoli sopra gli assegni circolare clonati da consegnare all’ignaro venditore.

Lo scambio che avviene ovviamente in banca non fa allarmare direttamente il venditore, perché il dipendente della banca controllando i seriali vedrà che l’assegno risulta coperto e quindi darà la conferma al venditore della disponibilità dei soldi.

Possiamo riassumere tutto con un semplice schema di frecce.

Ignaro utente chiede per affari suoi un assegno circolare
La banda tramite un complice copia i seriali e clona l’assegno circolare
La banda contatta l’ignara vittima che vuole vendere un rolex o altro
La Vittima e la Banda si incontrano in banca
La banca verifica i seriali che saranno ovviamente reali
La vittima consegna l’oggetto perdendolo per sempre

La fine della banda dei Rolex, solo per ora

Questa volta la banda dei rolex è stata arrestata da carabinieri in borghese evidentemente contattati dalle iene che durante l’appostamento hanno inseguito i vari partecipanti alla truffa all’Italiana.
Quando incassate un assegno circolare fate attenzione, cercate di aprire gli occhi e di verificare con il vostro bancario di fiducia che ci siano gli estremi e che non siano stati modificati ad arte.

Attenzione alla truffa della ” Lotteria Spagnola “

Arriva direttamente nella vostra email la nuova truffa denominata ” Lotteria Spagnola

Un pdf da un indirizzo email <lagordo@email.com> che con allegato un file pdf ci annuncia di aver vinto la lotteria spagnola per un importo di €1,915,810.00, una leggera vincita sopratutto per noi che non abbiamo mai giocato a questo tipo di giochi.

Ovviamente una volta compilato il modulo interno al pdf verrete contattati dal qualche funzionario che vi richiederà una qualsiasi somma per sbloccare il pagamento nei vostri confronti, chi non manderebbe 2-300 euro per avere in dietro 1.9 milioni?

Come sempre fate attenzione a non mandare soldi o altro a questo tipo di email, nessuno e ripetiamo NESSUNO vi manderà mai dei soldi in cambio di piccole cifre, sopratutto se collegate a presunte lotterie alle quali non avete mai partecipato.

 

Se volete visionare il pdf lo trovate in visione a questo link:

pdf-truffa-lotteria-spagnola