House Party vi ruba i dati? Ecco la verità

House Party è una delle applicazioni letteralmente “Scoppiate” nell’ultimo periodo, complice la quarantena, questa applicazione vi consente di videochiamare i vostri amici in comode chat a 4. Un vero proprio party fatto in casa.

Moltissimi utenti hanno scaricato questa applicazione portandola al 6 posto tra le applicazioni scaricate negli Stati Uniti. Anche in Italia l’applicazione sta salendo tutte le classifiche di download, complice il tempo libero e la voglia di conversare in video con più amici.

Ma, come sempre con il boom delle applicazioni sorgono i primi problemi di sicurezza e di gestione dei dati. 

L’applicazione fa capo alla Epic Games, società dedicata ai videogiochi con sede negli Stati Uniti e oltre 700 dipendenti.

Una bufala corsa su Whatsapp e online però ha scosso questa società infatti, il messaggio che recitava 

“Per chi avesse utilizzato House Party per le videochiamate mi stanno dicendo che rubano i dati per finalità illecite, per cui bisogna cancellare l’account dalle impostazioni. Condividi”.

Un messaggio molto netto e chiaro che lascia presagire che l’applicazione non sia al quanto sicura.

Dopo questo boom di condivisioni l’azienda è corsa subito ai ripari in una intervista sul quotidiano The Sun, dove l’azienda negava ovviamente qualsiasi attacco Hacker e qualsiasi compromissione dei dati sui dispositivi degli utenti.

Gran parte delle segnalazioni che accorpavano queste accuse sono state fatte da degli utenti su Twitter, peccato che come fa notare l’azienda, gli account ora risultino sospesi e i commenti cancellati, come se fossero stati pilotati per creare questa campagna di disinformazione plateale per danneggiare l’azienda.

In più l’azienda ha messo 1 milione di dollari come taglia per qualsiasi persona riesca a dare informazioni su chi potrebbe aver dato il via a questo spirale di false condivisioni, il sospetto della azienda è quello che qualche concorrente abbiamo voluto mettere il bastone tra le ruote visto l’enorme successo della applicazione negli ultimi tempi.

Il consiglio del team di Frode-Internet è sempre quello di usare password univoche è con qualche carattere di punteggiatura per rendere difficile l’autenticazione anche a chi volesse farci un dispetto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *